Mobili di antiquariato, un gioiello da accudire

Mobili di antiquariato

I mobili di antiquariato, perché non perdano valore, devono essere trattati con attenzione. La caratteristica principale di un “mobile antico” è la sua capacità di riuscire dopo secoli a svolgere la funzione iniziale. Un pezzo antico si distingue da uno semplicemente “vecchio” per lo stile, per il colore vivo e brillante del legno che riappare dopo una fase di lucidatura. E dal rimanere quasi intatto anche se attaccato dai tarli (grazie all’alta qualità del materiale utilizzato).

Mobili di antiquariato

Chi desidera ornare la propria casa con un pezzo d’antiquariato può iniziare a frequentare fiere e mostre di settore per farsi un’idea di quello che cerca. Per l’acquisto però è sempre meglio rivolgersi ad un antiquario di fiducia per avere la garanzia di autenticità e non rischiare di comperare un “falso”. Esistono show-room specifici per l’antiquariato di lusso, sono delle vere e proprie gallerie d’arte, dove su richiesta vengono rilasciate perizie e certificati di datazione, provenienza e valore del mobile. Per chi ama l’azzardo invece può partecipare ad un’asta, soprattutto in Inghilterra e Francia (le più famose vengono organizzate stagionalmente) dove è possibile fare dei veri e propri affari!

Per evitare che si rovini…

Quando si hanno mobili di antiquariato in casa bisogna adottare dei piccoli accorgimenti per evitare che si rovinino. Innanzitutto bisogna ricordarsi che l’acqua, è una pericolosa minaccia per il legno (soprattutto per i mobili intarsiati che hanno vari strati sottili di legno). Quindi non si devono appoggiare bicchieri o vasi direttamente sul legno, bisogna sempre interporre un vassoio o un panno di tessuto idrofilo. Per pulirli si devono usare solo panni asciutti che tolgano semplicemente la polvere. Eventualmente e solo se necessario, si può ripulirlo accuratamente affidandosi a un restauratore che userà prodotti specifici. Altro accorgimento è quello di evitare di appoggiare oggetti troppo pesanti per evitare che si formino antiestetiche crepe, a meno che il mobile non abbia un ripiano in marmo.

Altri suggerimenti utili

Evitare inoltre di usare taglierini e forbici direttamente sul piano di legno per non rigarlo. In quanto lucidandolo si può coprire il taglio, ma non sarà una cucitura definitiva. Infine si consiglia di tenere l’arredo lontano da fonti di calore come radiatori o stufe perché il calore provoca spaccature nel rivestimento esterno del mobile.