Giardinaggio casalingo, ecco gli attrezzi necessari

Giardinaggio casalingo

Giardinaggio casalingo, quali sono gli attrezzi necessari? La primavera è il periodo migliore per dedicarsi al proprio giardino. Ora però ci troviamo in estate e diventa difficile lavorare nel verde durante le ore di sole, per via delle elevate temperature. Tuttavia ci troviamo nel momento opportuno per rifornire il nostro bagaglio di attrezzi da giardinaggio. Quando il clima ce lo concederà potremo occuparci così del nostro spazio verde nel migliore dei modi. Dunque, che cosa ci serve? Partiamo dalla base, ovvero vanga, pala, rastrello, zappa e forbici. Serviranno per l’ordinaria manutenzione, non se ne può fare a meno.

Giardinaggio casalingo, ecco gli attrezzi necessari

Accanto a questi attrezzi manuali troviamo poi gli strumenti da giardinaggio veri e propri, necessari per realizzare anche i lavori più impegnativi in modo rapido. Il riferimento è a tagliaerba, soffiatori, decespugliatori: possono essere dotati di motore a scoppio (alimentato a benzina) oppure elettrici, quindi con un semplice cavo da collegare alla presa della corrente. Attenzione però alla terza via, sempre più diffusa e gettonata per via della sua comodità d’utilizzo: si tratta degli strumenti a batteria. Addio dunque a fili e cavi che limitano la libertà di movimento, addio alla scorta di combustibile e al problema del rimessaggio della macchina (per esempio nelle cantine condominiali spesso è vietato riporre benzina e macchine con motori a scoppio).

Le macchine da giardino

Le macchine da giardino a batteria rappresentano l’evoluzione più tecnologica degli ultimi anni; una vera e propria rivoluzione che ha coinvolto tutti i maggiori produttori di attrezzatura da giardino. E così sono comparsi sul mercato rasaerba, tagliasiepi, motoseghe, soffiatori, robot rasaerba a batteria. Un mondo infinito di utensili che entrano ogni giorno nella vita di milioni di persone e che la rendono meno faticosa e più costruttiva.  Le batterie al litio di ultima generazione garantiscono  performance di alta qualità, un’autonomia sempre più elevata e soprattutto permettono di lavorare in completa libertà con gran risparmio di energia. A completare il quadro ci sono stivali, guanti (in cotone e in lattice, a seconda dell’uso) e scarpe da giardino: rappresentano l’ultima parte dell’abc del perfetto giardiniere.