Banche e Superbonus, qual è il loro ruolo?

banche e superbonus

Banche e Superbonus, qual è il loro ruolo? La risposta arriva direttamente da ABI, , ossia l’Associazione Bancaria Italiana. L’intervento degli istituti di credito si articola secondo tre direttive principali. Prima opzione: scontando il bonus fiscale del cittadino (o condominio) che ha riqualificato l’immobile. Seconda: effettuando l’operazione di sconto in favore dell’impresa che ha realizzato i lavori e che si è fatta cedere dal committente il bonus fiscale a fronte di una riduzione del prezzo in fattura. Terza via: concedendo, su richiesta dei cliente, finanziamenti ponte che poi possono essere estinti in tutto o in parte con la cessione del credito d’imposta alla banca. Va ricordato che nei primi due casi è possibile monetizzare il credito fiscale per l’intero ammontare. Al netto di quanto dovuto alla banca o altro soggetto compratore per l’operazione di anticipazione.

Banche e Superbonus

Focalizziamoci sulla cessione del credito alla banca. Si otterrà liquidità immediata, senza la necessità di dover recuperare il beneficio fiscale nella dichiarazione dei redditi, a compensazione delle imposte da pagare nell’arco dei cinque anni successivi. Come ricordato da ABI, gli istituti offrono anche altri servizi complementari oltre all’acquisto del credito d’imposta. Per esempio l’anticipo delle spese di apertura cantiere attraverso un finanziamento. Ma anche servizi di assistenza e consulenza tecnica relativi alle diverse fasi degli interventi di riqualificazione agevolati. Anche mediante società specializzate con le quali hanno stipulato accordi di collaborazione.