Che cos’è la voltura catastale?

Che cos’è la voltura catastale?

Che cos’è la voltura catastale? Con la domanda di voltura il contribuente comunica all’Agenzia delle Entrate che il titolare di un determinato diritto reale su un bene immobile non è più la stessa persona ma un’altra. Avviene per esempio dopo un passaggio di proprietà di una casa, il trasferimento di un usufrutto o una successione. Il modello, infatti, deve essere presentato per aggiornare le intestazioni catastali e consentire così all’Amministrazione finanziaria di adeguare le relative situazioni patrimoniali.

Che cos’è la voltura catastale?

Devono presentare la domanda di voltura coloro che sono tenuti a registrare gli atti con cui si trasferiscono diritti reali su beni immobili. Quindi i privati, in caso di successioni ereditarie e riunioni di usufrutto, i notai, per gli atti da essi rogati, ricevuti o autenticati. Oppure i cancellieri giudiziari per le sentenze da essi registrate. O ancora: i segretari o delegati di qualunque Amministrazione pubblica per gli atti stipulati nell’interesse dei rispettivi enti. Se più persone sono obbligate alla presentazione, è sufficiente presentare una sola domanda di volture. Se chi è obbligato non richiede la voltura, possono provvedere direttamente gli interessati.