I vantaggi della geotermia

i vantaggi della geotermia

Quali sono i vantaggi della geotermia? Accanto alla pompa di calore tradizionale, lo Stato incentiva anche le pompe di calore geotermiche. Ovvero in grado di estrarre calore direttamente dalla terra sfruttando le temperature costanti che si registrano nel sottosuolo. Con la geotermia si punta a ricavare dalla terra a costo zero calore utilizzabile in ambito domestico (e non solo) e 100% «green». Gli impianti geotermici per il riscaldamento/raffrescamento, infatti, sono assolutamente ecologici (emissioni zero), silenziosi (decibel quasi uguali a zero), dall’impatto ambientale nullo (praticamente invisibili), operativi e autosufficienti senza necessità d’integrazione con caldaie tradizionali 12 mesi l’anno.

I vantaggi della geotermia

A permettere il funzionamento di tutto il sistema sono diversi meccanismi. Il più utilizzato prevede il ricorso a una o più sonde geotermiche abbinata a una pompa di calore terra-acqua. Nelle sonde si trova una soluzione composta da acqua e glicole propilenico (alimentare) che fa la spola tra la superficie e il punto più basso di un condotto profondo fino ad alcune decine di metri nel sottosuolo.

Produrre caldo o freddo

Una volta in profondità la soluzione contenuta nella sonda acquisisce la temperatura del suolo circostante (sempre tra i 12 e i 15 gradi), quindi risale in superficie dove, grazie alla pompa di calore, trasmette l’energia termica acquisita sottoterra (ovvero la propria temperatura) allo scambiatore di calore ad acqua opportunamente dimensionato che diventa un vero e proprio serbatoio d’energia termica. L’utente, a questo punto, può utilizzare questa energia per produrre freddo o caldo, a seconda delle stagioni.