Quali sono i primi passi di una ristrutturazione?

Quali sono i primi passi di una ristrutturazione?

Quali sono i primi passi di una ristrutturazione? La primissima operazione da svolgere è chiamare un tecnico. Il sopralluogo di un architetto, di un geometra o di un ingegnere sono fondamentali per capire esattamente l’entità degli interventi da effettuare, la loro urgenza e l’eventuale piano delle lavorazioni. La stessa cosa varrà per il possibile accesso alle agevolazioni fiscali, su tutte il Superbonus. Dopo la fotografia iniziale servirà parlare e spiegare concretamente che cosa si intende fare. Ai lavori di ristrutturazione per sistemare eventuali problematiche potrebbero infatti essere aggiunti altri interventi in grado di ammodernare l’abitazione, renderla maggiormente fruibile o semplicemente in grado di soddisfare al meglio il proprietario.

Quali sono i primi passi di una ristrutturazione?

Il tecnico è la figura fondamentale che sarò al vostro fianco durante l’intera operazione, fino alla sua conclusione e oltre. Sarà lei o lui a progettare l’intervento, per poi interfacciarsi sia con l’ufficio tecnico del comune di residenza per le pratiche burocratiche che con l’impresa edile e i vari professionisti che saranno richiesti. Proprio loro rappresentano il secondo punto focale quando si parla di ristrutturare l’abitazione. Da un ragionamento approfondito con il vostro tecnico usciranno dal mazzo i professionisti da interpellare. Impresa edile, idraulico, elettricista, cartongessista, serramentista, termotecnico, installatore di pannelli fotovoltaici e chi più ne ha più ne metta. Bisogna sondare la loro disponibilità (attualmente a causa del Superbonus sembrano tutti molto impegnati) e prendere accordi di conseguenza: è meglio iniziare il prima possibile.