Ristrutturare casa, come scegliere l’impresa edile

ristrutturare casa

Ristrutturare casa, come scegliere l’impresa edile? Facciamo un passo indietro, perché scegliere un’impresa edile per la ristrutturazione della propria casa può sembrare un atto scontato. Però non è sempre così, perché c’è chi preferisce invece affidarsi a vari professionisti, ciascuno operante nel suo settore di competenza. Servirà però qualcuno che si occupi concretamente della direzione dei lavori: un architetto? Un geometra? Noi stessi? Potrebbe essere un’opzione che sta in piedi per le piccole ristrutturazioni, in cui gli interventi sono ridotti al minimo (e si abbia comunque una buona dose di tempo e competenze da dedicare alla lavorazione). Tuttavia, nel caso in cui stiate cercando un pacchetto completo, oppure se la ristrutturazione è piuttosto importante o se presenta delle singolari criticità, allora non ci sono dubbi: l’unica via percorribile è quella dell’impresa edile.

Ristrutturare casa, servono professionisti

I vari professionisti in seno all’impresa saranno coordinati fra di loro, si conoscono, con ogni probabilità non è la prima volta che lavorano insieme. Si otterrà un vantaggio nei tempi della ristrutturazione, così come nella qualità dei lavori. C’è un ma: meglio non presentarsi direttamente all’impresa, ma frapponendo fra «noi» e «loro» un tecnico, ossia un architetto o un geometra. E’ con lui che va ideato il progetto, ragionando in base a disponibilità, esperienze, esigenze. Soltanto una volta che si avranno le idee chiare è bene rivolgersi ad un’impresa, partendo magari da chi probabilmente con tale tecnico avrà già lavorato in passato. Meglio non limitarsi a realizzare soltanto un preventivo ma farsene fare due o tre, in modo tale da comparare i prezzi, capire le voci e ragionare sul da farsi.

Occhio ai prezzi troppo bassi

Non fatevi abbagliare dai prezzi troppo bassi: spesso nascondono insidie, meglio discuterne per l’appunto con il vostro tecnico di fiducia. Possono infatti implicare l’utilizzo di materiali di scarsa qualità, di maestranze poco esperte e magari di tempistiche piuttosto vaghe. A proposito di preventivi: non limitatevi a quelli online. Sì, possono essere utili ma si tratta di pensieri a grandissime linee. Per un preventivo realistico è fondamentale rivolgersi ad un’impresa che effettuerà un sopralluogo nell’immobile oggetto di ristrutturazione. L’impresario infatti deve poter vedere con i propri occhi quali sono le condizioni iniziali, prendere le misure, toccare con mano il lavoro che si andrà a fare.

L’investimento più importante

Inoltre è bene conoscerlo di persona: gli stiamo affidando il nostro investimento più importante, è bene che si sia una certa sintonia di vedute, per evitare di disseminare problematiche all’orizzonte. Potrebbe essere una buona pratica quella di andare a visionare i lavori precedenti effettuati da tale impresa: le realtà ben strutturate hanno un portfolio da mostrare ai clienti e addirittura possono portarli a vedere in prima persona gli interventi di cui sono maggiormente orgogliosi.