Sismabonus acquisto, una possibilità da sfruttare

sismabonus acquisto

Continuiamo a parlare di interventi di recupero: poco pubblicizzato è il Sismabonus acquisto, misura introdotta precedentemente al Decreto Rilancio. Funziona così: la maxi-agevolazione del 110% si applica anche alle spese sostenute dagli acquirenti delle case antisismiche. Ossia delle unità immobiliari facenti parte di edifici ubicati in zone classificate a rischio sismico 1, 2 e 3, oggetto di interventi antisismici effettuati mediante demolizione e ricostruzione dell’immobile da parte di imprese di costruzione o ristrutturazione immobiliare che, entro 18 mesi dal termine dei lavori, provvedano alla successiva rivendita.

Il Sismabonus acquisto

In precedenza la detrazione, spettante agli acquirenti delle singole unità immobiliari, era pari al 75% se la ricostruzione comportava la riduzione di una classe di rischio rispetto all’immobile demolito. E all’85% se la riduzione era di due classi. Con il Decreto Rilancio l’aliquota della detrazione è stata elevata al 110%, a prescindere dal miglioramento antisismico conseguito. In sostanza si tratta di un’altra opportunità importante relativa alla misura introdotta per rilanciare il settore dell’edilizia: gli interessati si diano da fare per approfittarne.