Come scegliere il giusto lampadario?

lampadario

Dallo stile moderno, contemporaneo o con uno stile fuori dagli schemi. Sono molti i lampadari presenti in commercio, che possono o meno essere una soluzione di arredo ottimale per una delle stanze della propria abitazione.

Oltre allo stile e ai materiali, ci sono una varietà di altri fattori da prendere in considerazione al momento dell’acquisto di un lampadario. Grazie al contributo del servizio clienti di AGOF Store, un’azienda che si occupa di fornire soluzioni delle migliori marche nel campo dell’arredamento e dell’illuminazione. Tra i prodotti più ricercati nell’ampio catalogo online, ci sono i lampadari Foscarini e le proposte di illuminazione di Artemide. Due marchi italiani tra i più noti in tutto il mondo per la qualità dei prodotti e ricerca nello sviluppo di soluzioni di illuminazioni.

Che cosa bisogna prendere in considerazione in un lampadario?

Oltre allo stile, i tre fattori principali per la scelta di un lampadario sono:

  • la dimensione;
  • la direzione dell’emissione della luce;
  • la modalità di controllo della luce.

Acquistare un modello troppo grande o troppo piccolo può portare a creare una distorsione nello spazio della stanza. Se si acquista un lampadario di grandi dimensioni e la stanza è bassa, una volta posizionato al centro della stanza la sua “presenza” risulterà ingombrante e poco aggraziata.

Per non fare questo errore, è sempre bene ricordare che un lampadario deve essere il punto focale di una stanza (laddove non è installato sopra un tavolo o un bancone).

Lampadari dallo stile moderno. Quali scegliere?

Per chi ama gli stili moderni e dal design più contemporaneo, per non rischiare di fare un acquisto che stufi, è bene concentrarsi su modelli dalle finiture in nichel satinato o cromato. Queste due colorazioni, sono di facile abbinamento e mantengono inalterato il loro coloro per molto tempo.

Lampadari in colorazione bronzo, sono più idonei ad un arredamento tradizionale o che combina elementi di design meno moderni. Inoltre, è bene optare per un modello dalle linee minimali e con pochi elementi decorativi. Queste due caratteristiche, offrono la possibilità di inserire un lampadario moderno con più facilità in ogni tipologia di arredamento.

Quanto dovrebbe essere grande un lampadario in un soggiorno?

Quando si deve prendere l’installazione di un lampadario in soggiorno, è bene ricordare che le dimensioni e il numero di lampadine sono spesso legate tra loro. Maggiore è la dimensione di un lampadario, maggiore è il numero di lampadine presenti al suo interno. Se si vuole acquistare un lampadario per illuminare una stanza da pranzo nel migliore dei modi, è bene scegliere almeno un lampadari con quattro o sei luci e con un diametro superiore ai 30 centimetri.

Al momento della scelta è bene prendere in considerazione anche l’altezza del soffitto in relazione all’altezza del lampadario. Un lampadario, ad esclusione di modelli dalle forme particolari, dovrebbe trovarsi appeso a circa 50/60 centimetri dal tavolo. Un lampadario che si trova più in basso, potrebbe “schiacciare” l’altezza della camera e quindi non essere un elemento inserito nel migliore dei modi.

Se il soffitto della propria sala da pranzo è molto alto, si può provare a prendere in considerazione un modello di lampadario a due o tre piani. Artemide con la linea Pirce e Mercury offrono due diverse tipologie di lampadario da soffitto ideale per ambienti molto alti. Una volta installati, oltre a diventare un elemento di decorazione della stanza, sono in grado di dare vita ad una illuminazione ideale per vivere nel migliore dei modi la stanza anche di notte.

Come determinare se la quantità di illuminazione è idonea?

I lampadari sono oggetti decorativi, destinati a conferire a ogni stanza una determinata atmosfera. Quindi, è bene non aspettarsi che un lampadario sia la fonte primaria di luce di una stanza. Questo, è uno dei principali errori che commettono le persone quando acquistano un modello di grandi dimensioni.

Collocare un singolo elemento al centro di una stanza, e aspettarsi che illumini completamente la stanza è una soluzione che spesso non porterà a buoni risultati. Questo può diventare ancora più grave, se le lampadine del lampadario sono esposte direttamente alla vista delle persone.

I lampadari sono una scelta idonea quando sono una fonte di luce supplementare e ancora meglio se sono incorporati all’interno di uno schema di illuminazione articolato. Avere più fonti di illuminazione, oltre a rendere più omogenea l’illuminazione all’interno di una stanza, è in grado di dare vita ad un effetto gradevole e che porta maggiore piacevolezza.

Come è facile comprendere, la scelta di un lampadario per un soggiorno o una stanza principale in ogni abitazione non è sempre facile. In particolare se si deve inserire in un progetto di valorizzazione degli ambienti. La dimensione, la scelta dei materiali e della tipologia di illuminazione sono caratteristiche da prendere bene in considerazione.

Se non ci si ritiene capaci di fare una scelta, può essere una buona idea chiedere un parere ad un esperto o al servizio clienti del negozio online dove si intende acquistare il lampadario da soffitto.