Il Natale dell’home fitness e dello smart working

Il Natale dell'home fitness

Sarà il Natale dell’home fitness e dello smart working. Sì, questo 2020 ci ha portato a cambiare le nostre abitudini: la pandemia ha sdoganato ovunque il lavoro a distanza, fra le mura domestiche. E così la casa ha assunto una centralità che non ha mai avuto precedentemente: all’interno della propria abitazione si vivono la famiglia, la vita privata, il lavoro e persino l’attività fisica. Sì, perché specialmente durante il lockdown della scorsa primavera in tanti hanno iniziato a dedicarsi all’home fitness. Si tratta di esercizi, di allenamento, di movimento svolto in casa, il nostro centro di gravità permanente.

Il Natale dell’home fitness…

Che cosa serve dunque per muoversi domesticamente e quindi che cosa si potrebbe regalare? Per cominciare potrebbe puntare su un kit di elastici: si differenziano per resistenza e lunghezza, in base alle loro caratteristiche si possono effettuare differenti esercizi. Parliamo per esempio di potenziamento, bonificazione, pilates, yoga e stretching. Il tappetino è un grande classico, elemento chiave per qualsiasi tipologia di allenamento: l’importante è che sia anallergico, che abbia un certo spessore minimo, che sia realizzato con un materiale facile da pulire e semplicemente ripiegabile. Proseguiamo con qualcosa di più specifico: avete mai sentito parlare della barra da trazione: è un oggetto molto semplice, economico e utile. Va posizionata fra gli stipiti di una porta (grazie all’estensione in lunghezza regolabile) ed è perfetta per lavorare con le spalle e la schiena, oltre che con le braccia.

Attrezzi di ogni tipo

Pensiamo anche alle gambe: la cyclette è sempre la soluzione migliore. Scordatevi l’antico attrezzo ingombrante che in tante case è diventato un impolverato oggetto di arredo. Questo apparecchio, se di qualità, è snello, agile e poco ingombrante, perfetto per consumare calorie e potenziare i muscoli. Proseguiamo poi con una palla per gli esercizi, con maniglie per le flessioni, con guanti da palestra per una presa perfetta, manubri di tutte le forme e colori, un’infinità di kettlebell, con nucleo in metallo e chi più ne ha più ne metta. Ci sono tantissimi attrezzi, piccoli o grandi, che fanno proprio al caso di chi ha scelto di dedicarsi all’home fitness. Infine un piccolo consiglio: attrezzatevi anche con calze antiscivolo di cotone, sono perfette per ottenere il giusto grip senza scivolare sul pavimento di casa.

…e dello smart working

Come annunciato in precedenza, l’altro grande capitolo è quello dedicato allo smart working. In quanti, volenti o nolenti, hanno abbandonato l’ufficio trasformando la propria abitazione in una postazione di lavoro? Per rendere l’esperienza più performante e funzionale esistono una serie di oggetti utili, perfetti per essere regalati. Tutto sembra ruotare intorno alle video conference call: che si utilizzi Meet o una piattaforma interna poco cambia, gli strumenti essenziali rimangono la cuffia con microfono e la webcam. Se quest’ultima ormai è quasi sempre integrata nel pc, va detto che molto utile sarebbero auricolari o cuffie wireless, sicuramente molto comodi. Discorso fondamentale per la nostra salute è dotarsi di una sedia ergonomica: lo smart worker trascorre gran parte del suo tempo seduto alla scrivania, perciò serve una sedia progettata per questo compito, per garantire una postura corretta.

Per completare il quadro

Altre dotazioni utili sono una stampante portatile di dimensioni ridotte, così come un tappetino per il mouse, una power bank, gadget antistress per la scrivania, uno scanner portatile, una lampada da tavolo (perfetta se poi può essere regolata tramite app dallo smartphone), una borraccia di metallo e tanto tanto altro. Insomma, se il lavoratore non può andare in ufficio è l’ufficio che va dal lavoratore. Sarà dunque il Natale dell’home fitness e dello smart working.