Lampade da tavolo: guida all’acquisto

lampada da tavolo

Quando si vuole dare un tocco di colore e di luce ad una stanza, una lampada di design o dai colori molto particolari è senza ombra di dubbio una scelta più che ideale. Tra le proposte presenti in commercio, le migliori lampade Artemide sono tra i modelli più richiesti. Dal design innovativo e che si è sempre distinto, Artemide nel corso degli anni ha realizzato una serie di lampade davvero uniche.

Ma come scegliere quella che meglio si adatta alla propria abitazione?

Per chi ha questo problema, qui di seguito è presente una guida che si suddivide in quattro aree chiave su cui riflettere.

Prima di iniziare, è bene ricordare che l’illuminazione in una abitazione può essere acquistata per quattro tipologie di utilizzo:

  • luce d’ambiente (la luce che illumina una stanza);
  • luce con un compito (la luce per un determinato compito, come la luce di lettura);
  • luce d’accento (una luce utilizzata per evidenziare un qualche cosa);
  • luce decorativa (luci che servono anche come oggetti di arredamento).

1) Scopo – a che cosa serve la nuova lampada?

Le lampade da tavolo possono essere utilizzate per tutte e quattro le tipologie di utilizzi sopra descritte. Infatti, insieme alle lampade da terra e alle lampade da sospensione sono gli strumenti più utilizzati dagli arredatore d’interno per stratificare la luce e creare un ambiente confortevole in ogni stanza.

Uno degli esempi più comuni di utilizzo delle lampade da tavolo, è quello come luce da lettura nelle camere da letto. In questo caso, è bene posizionare la lampada facendo attenzione che il fondo del paralume sia all’altezza degli occhi. Una volta accesa, sarà all’altezza ideale per fornire una illuminazione perfetta mentre si legge uno dei propri libri preferiti.

2) Proporzioni – scegliete la lampada da tavolo della giusta dimensione

Gestire al meglio le proporzioni è senza ombra di dubbio una buona regola quando si progetta una stanza. Una lampada da tavolo deve essere proporzionata a due cose: la stanza dove si trova e il tavolo/comodino dove si posa.

Avere una lampada grande in una stanza di dimensioni piccole può creare un effetto visivo non del tutto piacevole. Al contrario, mettere una lampada piccola su un tavolo di grandi dimensioni può far sembrare inappropriata la lampada in quella posizione.

Un’altra proporzione da prendere in considerazione è quella rappresentata tra il paralume e la base della lampada. In questo caso, il proprio gusto e stile sono fattori che giocano un ruolo importante nella scelta. Non esiste una vera e proprie regola che determina quando un modello è troppo grande o troppo piccolo. Per chi vuole un punto di partenza, è bene accertarsi che il paralume si trovi a circa il 50-75% dell’altezza dalla base.

3) Personalità – che cosa deve dire la lampada da tavolo?

Arte déco, industriale o classico? Lo stile della lampada si deve accostare alla perfezione a quello della stanza dove si trova. Acquistare una lampada che non centra niente con l’arredamento della camera in cui si trova, non è sicuramente un’ottima idea.

Grazie alla vasta possibilità di opzioni a disposizione, è semplice trovare una lampada ideale ai propri gusti. Per chi è alla ricerca di un negozio online dove acquistare una lampada Artemide ad esempio, AGOF Store è una delle migliori scelte. Grazie ad un vasto catalogo online di proposte al miglior prezzo, permette a ogni persona di trovare una scelta perfetta in base alle proprie esigenze.

4) Accoppiamento – due lampade possono creare una particolare atmosfera nella stanza dove si trovano?

L’ultimo consigli da prendere in considerazione, è quello di prendere in considerazione di acquistare due lampade uguali. Quando si ha la possibilità di accoppiare due lampade da tavolo, si può avere una maggiore flessibilità nel creare l’atmosfera che si desidera. Inoltre, sono in grado di creare un effetto di simmetria nella stanza e in particolare quando sono utilizzare nelle camere da letto.

Alcuni degli utilizzi più tradizionali per chi utilizza questa tipologia di lampade è di posizionarle ai lati opposti di una libreria, oppure di utilizzarle alle due estremità di un lungo tavolo da pranzo. Posizionarle ai lati di una scrivania in uno studio, oltre a creare un’atmosfera più soft di luce offre un ottimo colpo d’occhio a chi vi entra.

Al termine di questa guida non vi potrete dire degli arredatori d’interni professionisti, ma sicuramente avrete appreso una serie di consigli che vi possono permette di fare la scelta più appropriata quando si avrà la necessità di acquistare una o più lampade da tavolo.