Una cucina di qualità sa distinguersi…

una cucina di qualità

Una cucina di qualità sa distinguersi… si tratta dell’ambiente della casa dove si trascorre la gran parte del tempo e dove si lavora ogni giorno per preparare i piatti da servire in tavola. E’ per questo che, soprattutto per quanto riguarda i piani di lavoro, o top, la cucina deve essere quanto mai pratica e resistente. Quali i migliori materiali per la realizzazione di top in grado di non rovinarsi nonostante le mille sollecitazioni alle quali, inevitabilmente, vengono sottoposti durante la lavorazione dei cibi? Il primo in elenco è senza dubbio il quarzo, grazie al quale il top appare bello anche dopo un uso intenso.

Una cucina di qualità sa distinguersi…

Si tratta di un agglomerato che per il 94% è composto da polveri, sabbie silicee r quarzo naturale. La quota restante è invece appannaggio resine e pigmenti ossidi utilizzati per correggerne caratteristiche e aspetto. Il quarzo esteticamente assomiglia al marmo, ma da quest’ultimo si distingue in modo particolare per la maggiore funzionalità. Non solo, questo materiale, infatti, è anche molto più resistente del marmo. I dati rivelano che il piano in quarzo è robusto e solido per tutta la sua durata d’utilizzo. Non solo, è anche in grado di resistere per più di dieci anni in qualsiasi cucina, senza rovinarsi.

Alcune caratteristiche

Grazie alla superficie non porosa, resiste alle macchi e all’attacco dell’unto. E’ anche molto resistente ai graffi e all’abrasione, è antistatico ed igienico. Anche la manutenzione è particolarmente agevole. Il piano in quarzo ha un solo nemico, l’eccessivo calore. Ma sicuramente nessuno penserà mai di appoggiarci sopra le pentole roventi appena tolte dal fuoco.